Novità
Icona risorsa

Guida Verificata Come aggiornare Debian 11 Bullseye a Debian 12 Bookworm

Una guida verificata è stata controllata dallo staff punto per punto e se ne attesta la sua validità.

Introduzione​

In questa breve guida vediamo come effettuare l'aggiornamento da Debian 11 al nuovo Debian 12, senza dover reinstallare tutto.

Che si tratti di una vps o del vostro personal computer, l'operazione è molto semplice, basta prestare attenzione a qualche passaggio. Come al solito, consigliamo di effettuare un backup nel caso l'upgrade non dovesse andare a buon fine per qualsiasi motivo.

Ricordo che durante l'aggiornamento ci saranno dei minuti di down dovuti all'aggiornamento dei vari pacchetti (e la loro configurazione). I servizi presenti su una VPS non saranno disponibili fino alla conclusione dell'upgrade.

Aggiornamento​

Prima di tutto, entriamo come root digitando su - oppure sudo su -

Accertiamoci che sia in uso Debian 11. Digitiamo
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Se leggiamo Description: Debian GNU/Linux 11 (bullseye) possiamo procedere.

Aggiorniamo i pacchetti al momento installati con i comandi classici
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Rimuoviamo ora gli eventuali pacchetti pacchetti non utilizzati con
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Prima di aggiornare, verifichiamo la presenza di eventuali pacchetti obsoleti
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Se sono presenti pacchetti, accertiamoci che non ci servano più. Questi pacchetti non verranno aggiornati con il passaggio a Debian 12, anche se tecnicamente è possibile continuare ad usarli, non ci sono garanzie sul loro corretto funzionamento. Dunque è consigliata una rimozione con
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Una volta fatto riavviamo
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

ATTENZIONE: Da questo momento inizia il vero e proprio aggiornamento, se avete la possibilità di eseguire un backup (o creare una snapshot) è il momento giusto per farlo!

Aggiorniamo le repository in modo che usino quelle di Debian 12 Bookworm
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Questi comandi (da eseguire separatamente) sostituiscono ogni ricorrenza di bullseye con bookworm, che è ciò che vogliamo.

Debian 12 ha spostato tutti i non-free firmware (ad esempio firmware-amd-graphics) in un archivio separato chiamato "non-free-firmware". Pertanto dobbiamo aggiungere tale dicitura nelle repository
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Prima di procedere, verifichiamo che le sostituzioni siano avvenute correttamente.
Controlliamo il contenuto del file sources.list con
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
in output dovremmo avere qualcosa di simile, in una normale installazione
Codice:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Se così non fosse, possiamo modificare manualmente il file sources.list con l'editor che preferiamo, ad esempio nano digitando
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Eventuali modifiche possiamo confermarle premendo CTRL+X e digitando "yes"
Stesso controllo va fatto all'interno delle repository da noi aggiunte, presenti nella cartella /etc/apt/sources.list.d
Procediamo con l'aggiornamento digitando
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
seguito da
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Questo comando eseguirà un soft-upgrade, come consigliato ufficialmente, prima di procedere all'upgrade vero e proprio. Durante questa fase verranno mostrati eventuali modifiche effettuate ai vari file di configurazione. Il consiglio è di verificare le modifiche che verranno effettuate e nel caso correggerle secondo le nostre preferenze.
Inoltre verrà richiesto se vogliamo riavviare i servizi, rispondiamo di si.

Finito il processo, eseguiamo l'upgrade finale con
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Vale lo stesso discorso di sopra, prestiamo attenzione alle varie scelte che ci verranno proposte a schermo.
A operazione effettuata, riavviamo la macchina
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

L'aggiornamento è concluso! Possiamo verificare la versione del sistema operativo con
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Controlli aggiuntivi​

In base ai servizi installati, dovremmo effettuare altre modifiche, ad esempio se usiamo php, apache, nginx.

Debian 12 usa come versione PHP 8.2 di base, dobbiamo quindi modificarla se in precedenza usavamo altre versioni.

Assicuriamoci intanto che i pacchetti php siano installati, digitando (ESEMPIO)
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Modifichiamo la lista dei pacchetti in base alle nostre preferenze

Dobbiamo ora renderla la versione default. Per farlo digitiamo i seguenti comandi (uno per linea) scegliendo quando richiesto la versione 8.2
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Se usiamo apache2, dobbiamo disabilitare la versione php 7.4 come default handler e inserire la 8.2.
Digitiamo questi comandi (uno per linea)
Bash:
Accedi o Registrati per vedere questo contenuto.

Per quanto riguarda nginx, semplicemente dobbiamo aggiornare i nostri eventuali siti web in /etc/nginx/sites-available/

Siamo giunti alla fine, spero questa guida sia stata utile. Come sempre, fateci sapere eventuali dubbi o domande.
Autore
Anyma
Visite
372
Primo rilascio
Ultimo aggiornamento
Valutazione
0.00 stella(e) 0 valutazioni

Più risorse di Anyma

Indietro
Alto